Il centro artistico

Home / Il centro artistico

Il Centro Artistico Alik Cavaliere

Il Centro Artistico Alik Cavaliere, fondato nel 1998 a pochi mesi dalla scomparsa dell’artista, ha sede in via E. De Amicis 17 ed è stato costituito in continuità con l’Atelier del Maestro Cavaliere che, dopo il crollo dello storico studio di via Bocconi, dal 1986 ha operato in questi spazi su proposta del Comune.

Venne costituito da un gruppo di amici dell’Artista, da Emilio Tadini, Arturo Schwarz, Umberto Eco, Dario Fo, Enrico Baj, Roberto Sanesi, Elena Pontiggia, Francesco Tedeschi, Angela Vettese e molti altri, che ne formarono il Comitato Scientifico. Soci onorari, sin dall’inizio, sono il Comune di Milano, l’Accademia di Brera, i Licei artistici di Milano, la Triennale, le Stelline, la Permanente.

L’Associazione Centro Artistico Alik Cavaliere è stata ONLUS fino al 2019 ed è attualmente in fase di iscrizione al RUNTS Lombardia.

Il Centro Artistico Alik Cavaliere è dal primo momento legato all’Associazione “Case e dimore d’Artista” promossa dal Comune di Milano con il contributo della Fondazione Pini al fine di far conoscere l’affascinane patrimonio artistico milanese al di fuori delle massime istituzioni museali.

È sempre aperto al pubblico gratuitamente, mediamente tre giorni alla settimana, su appuntamento o durante gli eventi e contiene a rotazione le opere e gli allestimenti di Cavaliere di cui ha la cura.

Omaggio ad Alik e al Centro Artistico della pittrice Claudia Piscitelli

Collaborazioni

Il Centro ha promosso e realizzato, negli anni, centinaia di iniziative, molte delle quali recensite dalla stampa, oltre ad aver garantito l’accessibilità al pubblico e la visita alle opere e alle esposizioni allestite presso il Centro esclusivamente a spese proprie e sempre nel rispetto del principio della totale gratuità per i cittadini.

Ha collaborato, partecipando sempre a spese proprie e senza fare pagare biglietti di ingresso, a tutte le principali manifestazioni promosse in questi anni dalle istituzioni pubbliche: Museocity, le Giornate Europee del Patrimonio, Milan Graphic Art, Novecento Italiano, Bookcity. Ha svolto funzione di servizio per scuole, università e accademie: Politecnico, Iuav, Accademia di Brera, NABA, Liceo Artistico Boccioni, mettendo a disposizione i locali del Centro Artistico per mostre dei lavori degli studenti, convegni, lezioni. Ha inoltre collaborato con la Soprintendenza ai Beni Artistici e al Paesaggio di Milano, ospitando conferenze di interesse pubblico della Sovrintendente e di docenti universitari.

Collabora da tempo con la Sovrintendenza della Città metropolitana di Milano con la quale ha stipulato una convenzione per lo sviluppo del progetto Anphiteatrum Viridans che investe il sito contiguo ai locali del Centro.

Collabora  con l’Associazione ArtUp Facilitatori Arte Salute, APS  che si propone di superare il disagio psichico attraverso la visione e interpretazione dell’Arte, con cui il Centro ha stipulato una convenzione.

Il Centro Artistico Alik Cavaliere fin dalla sua nascita, ma sempre di più negli anni, ha operato nella prospettiva di allargare i momenti di fruizione pubblica della cultura, con finalità sociali e con particolare attenzione alle categorie svantaggiate.

Scopi dell’Associazione

L’Associazione svolge compiti di interesse generale partecipando con proprie iniziative ai programmi culturali promossi dal Comune di Milano, dal Politecnico di Milano, dall’Accademia di Brera, dalla NABA, dai Licei Artistici di Milano, dalla Sovrintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della città metropolitana di Milano, dall’Associazione ArtUp, per l’uso dei percorsi artistici nella cura delle disabilità, nonché della rete che fa capo a www.storiemilanesi.it e partecipa stabilmente a Museocity.

Scopo dell’Associazione, come recita l’art. 5 dello Statuto è quello, come recita lo Statuto: “consiste nel raccogliere, conservare e far conoscere le opere di Alik Cavaliere, le sculture, i disegni, ì quadri, i bozzetti, gli scritti, le opere anche di altri artisti ed i documenti, anche fotografici, utili a ricostruire i momenti significativi della ricerca artistica a Milano nella seconda metà del Novecento, partecipando agli eventi pubblici promossi dal Comune di Milano.
Scopo ulteriore è quello di garantire la conoscibilità di tali opere ed il progresso dei temi culturali e di ricerca sottesi, sia attraverso l’accesso al pubblico, in particolare degli studenti e delle categorie svantaggiate, che attraverso iniziative culturali in ogni forma prodotte, ivi comprese attività editoriali di ogni tipo, con esclusione di quotidiani.

L’associazione, per il perseguimento degli scopi associativi, opera svolgendo anche le seguenti attività di interesse generale di cui all’art. 5 del Codice del Terzo Settore:

  • educazione, istruzione e formazione professionale, ai sen- si della legge 28 marzo 2003 n. 53 e successive modificazioni, nonché le attività culturali di interesse sociale con finalità educativa;
  • interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 e successive modificazioni;
  • interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modificazioni;
  • ricerca scientifica di particolare interesse sociale;
  • organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo;
  • cooperazione allo sviluppo, ai sensi della legge 11 agosto 2014, n. 125, e successive modificazioni;
  • promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata;
  • promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, nonché dei diritti dei consumatori e degli utenti delle attività di interesse generale di cui al presente articolo, promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco”.

Negli anni recenti si segnalano, in particolare:

 

2022
  • Nell’ambito della rassegna INTOUR, abbiamo ospitato la produzione artistica dei migliori allievi del Corso Magistrale in Arti Visive della Iuav sul tema “Avere paura”, a cura della professoressa Angela Vettese e di Camilla Salvaneschi.
  • Nell’ambito del corso pilota “Arte contemporanea e Spazi” del Politecnico, le professoresse Matilde Marzotto e Anna Mazzanti, hanno tenuto un “micro-stage” di organizzazione della comunicazione destinato a studenti del terzo anno triennale e primo magistrale, per il quale le allieve hanno lavorato in collaborazione con noi tra marzo e settembre.
  • In occasione della Settimana del Design, il Centro ha ospitato i progetti degli studenti del biennio di Product Design dell’Accademia di Belle Arti di Brera coordinati dalle docenti Elisabetta Gonzo ed Elena Croci, un’esposizione con i lavori prodotti dagli allievi sul tema delle “Mutazioni”.
  • Il Centro ha ospitato gratuitamente “Stanze”, il progetto di Alberica Archinto per portare il teatro fuori dagli spazi tradizionali, con “Una riga nera al piano di sopra” (tra i dodici candidati ancora in corsa per il prestigioso Premio Ubu 2022).

 

2021
  • In occasione di Museocity il Centro ha organizzato la conferenza online dal titolo “Quando arte e cultura curano la città: la straordinaria impresa dell’anfiteatro PAN nel cuore della Milano romana” con la Sovrintendente dott.ssa Antonella Ranaldi e l’arch. Attilio Stocchi.
  • Per Bookcity 2021, abbiamo ospitato un progetto didattico dedicato a Musica e immagine nella Commedia, con i lavori degli studenti del corso di Design di Brera della professoressa Alessandra Angelini e una conferenza con la partecipazione di esperti: Paolo Giovannetti (Docente di letteratura italiana contemporanea all’Università IULM – Milano), Davide Discacciati (violinista e docente presso la Civica Scuola di Musica di Milano) e Gabriella Chiappa (pianista e docente di pianoforte e teoria musicale presso l’Accademia Europea di musica di Erba).
  • Anche nel 2021 il Centro ha aderito alle Giornate Europee del Patrimonio, sul tema dell’inclusione, ospitando gli amici dell’Associazione ArtUp Facilitatori Arte Salute, che si propone di superare il disagio psichico attraverso la fruizione e interpretazione dell’Arte. Da quest’anno l’Associazione ArtUp ha con il Centro Artistico una convenzione per la fruizione, sempre gratuita, dei nostri spazi e del nostro lavoro di ricerca sulla scultura.
  • Nell’estate di quest’anno sempre gratuitamente ha ospitato tre spettacoli proposti da“Stanze”, il progetto di Alberica Archinto per portare il teatro fuori dagli spazi tradizionali: “A TUTTI Frammenti della biografia e dell’opera di Majakovskij“, “Lettere a un lupo” e “7 contro Tebe“.

 

2020
  • Nel 2020, a causa del COVID, tutte le iniziative sono state on line. La principale è stata “L’Arte per la memoria”: Asta di beneficenza dedicata a una raccolta fondi per l’Associazione Figli della Shoah (APS), in collaborazione con SOTHEBY’S, battuta da Raphaelle Blanga, Senior Specialist Arte Contemporanea di Sotheby’s.

 

2019
  • La Sovrintendente arch. Antonella Ranaldi ha tenuto presso di noi una conferenza alla città su “Milano segreta”, lezione partecipata da alcune classi di studenti del quinto anno del Liceo Artistico Boccioni.
  • Nel 2019 al Centro è stato attivato, gratuitamente, il progetto Alikids, per cui ogni seconda settimana del mese alla domenica mattina, veniva prevista, per i più piccoli, in due turni (dai 6 agli 8 e dai 9 agli 11), una presentazione dell’opera di Alik Cavaliere in italiano e in inglese, con laboratorio e giochi finali.
  • In occasione della Settimana del Design, il Centro ha ospitato i progetti degli studenti del biennio di Product Design dell’Accademia di Belle Arti di Brera coordinati dalle docenti Elisabetta Gonzo ed Elena Croci per il corso dedicato al “concetto di misura“.
  • Dal 2019 il Centro ha iniziato a ospitare, sempre gratuitamente, “Stanze”, il progetto di Alberica Archinto per portare il teatro fuori dagli spazi tradizionali, con la toccante piece “L’angelo di Kobane”.
  • Nel 2019, in collaborazione con il Circolo Metromondo si è tenuto un ciclo di eventi culturali e di intrattenimento, con presentazioni di libri di argomento cinematografico e musicale.

 

2018
  • Il Centro ha poi ospitato un’iniziativa del VIDAS per la raccolta fondi per i malati terminali di cancro, tenendo conto anche del fatto che, per il sostegno alla piena realizzazione di Casa VIDAS, l’Archivio Cavaliere ha contribuito direttamente con la donazione di un’opera del Maestro.
  • Ha attivamente collaborato alla realizzazione della Mostra (27-6 / 9-9) “L’Universo verde”, promossa dal Comune di Milano a Palazzo Reale nel ventennio della morte del Maestro. La Mostra, oltre che a Palazzo Reale, è stata allestita presso il Museo del Novecento, l’Università Bocconi, Palazzo Litta, Gallerie d’Italia e i locali del Centro.
  • Nel maggio di quest’anno il Centro ha ospitato, sempre gratuitamente, il Teatro del Trebbo che fa teatro educativo con i bambini delle elementari. Nei cinque giorni della manifestazione, abbiamo avuto una media di 80 bimbi divisi su due turni.
  • Nell’aprile di quest’anno, ha ospitato nei propri spazi la mostra degli elaborati degli studenti del Liceo Artistico Boccioni, risultato dell’esperienza di scuola-lavoro in collaborazione con l’Atelier Klingenberg Arkitektur.

 

2017
  • Il 23 Settembre del 2017, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio dedicate al tema “Arte e Natura”, la Sovrintendente arch. Antonella Ranaldi ha presentato per la prima volta, con una conferenza dedicata, il nuovo progetto “Il Colosseo Verde a Milano”.

 

2015 – 2016
  • Nel biennio si sono tenute conferenze e mostre degli architetti Andrea Branzi, Michele De Lucchi e Francesca Balena Arista sui lavori esposti al Centro sui lavori degli studenti della cattedra di Design del Politecnico di Milano, su due tematiche di grande attualità:“L’Estetica del Caos” (2016) e “L’Estetica della Miseria” (2015).

 

2015 – 2017
  • Durante la ristrutturazione della sede del Liceo Artistico Boccioni, il Centro ha ospitato il Premio Boccioni, gli open day della scuola e la mostra dei migliori lavori realizzati dagli studenti del Liceo durante l’anno.

 

2013 – 2015

In questi anni si sono svolte tre edizioni di Parole Immaginate, in collaborazione con i professori e gli studenti del Terzo corso di Scenografia della NABA: un percorso di parole e gesti alla ricerca dell’immaginario che sta alla base della creazione letteraria ed artistica. https://www.artribune.com/mostre-evento-arte/parole-immaginate/

 

Di seguito proponiamo una galleria di immagini di alcune delle attività appena descritte.

Qui un omaggio ad Alik e al Centro Artistico della pittrice Claudia Piscitelli

Il Centro Artistico Alik Cavaliere è collegato ad altre 15 realtà sul territorio Milanese.

Visita il sito Storie Milanesi per farti accompagnare fino alle soglie delle altre case museo e degli altri atelier.
Leggi l’articolo di Daniela Origlia “Nel giardino Incantato di Alik Cavaliere” pubblicato su cultweek.com dove potrai immergerti in un racconto poetico del giardino di Alik.>>

Scopri il Centro Artistico

Alcune foto del Centro fatte durante alcune manifestazioni.